“Che l’inse?”

Cercare di riassumere un qualsiasi avvenimento come il motivo di una sola causa, è per me riduttivo; certamente però, alcuni avvenienti diventano o da esempio, simbolo o comunque fungono da fuoco che accende la polveriera.

L’esempio odierno è il caso di Mohamed Bouazizi, un venditore di verdura della cittadina di Sidi Bouzid, che ha dato via al movimento di rivoluzione verso il regime tunisino. Come per il famoso balilla (poi stereotipato dal fascismo) Giambattista Perasso che, attraverso il suo atto di lanciare un sasso, ha scatenato una rivolta contro l’occupante straniero.

Qualunque sia stato il motivo del suo gesto, rivoluzione per migliorare, oppure per disperazione, magari tutte e due insieme; sta di fatto che ha creato un precedente, che ha liberato le forze represse.

Passano i secoli, cambiano i modi della rivolta, mutano i fini della rivolta, si trasformano gli attori in campo; una cosa rimane identica, alcune volte anche piccoli gesti, possono creare un grosso cambiamento, più di mille parole.

pbacco

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...