Il futuro della NATO – l’era digitale

Questo post non era previsto, ho deciso di crearlo per fare un’aggiornamento del post precedente; essendo la mia politica quella di non modificare un post pubblicato, al massimo correggendo qualche errore di scrittura (di cui è ancora pieno il blog).

Una delle sfide che si troverà ad affrontare la NATO, ma così ogni altro stato nazionale, sarà la smaterializzazione delle frontiere fisiche della nazione. Mi spiego meglio, con l’avanzata di internet, alcuni confini hanno cessato di esistere; o meglio si sono spostati nel virtuale. Una delle prossime sfide globali saranno le guerre informatiche, già recentemente ci sono stati degli accadimenti di questo genere: l’attacco russo alle ex repubbliche baltiche, l’attacco cinese a server americani, la guerra tra Cina e Vietnam.

Questo è uno dei problemi a cui si cerca di porre rimedio; se una nazione alleata è attaccata informaticamente da un’altra nazione, questo può essere inteso come attacco alla nazione stessa, seguendo il discorso, rifacendosi allo statuto dell’organizzazione può causare una protezione dell’alleanza intera contro l’aggressore? L’eventuale attacco sarà solo soft power (informatica) o anche hard power (esercito tradizionale)?

pbacco

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...